Le Bomboniere: consigli per spendere poco e fare bella figura

Le Bomboniere: consigli per spendere poco e fare bella figura

I preparativi per il giorno in cui si pronuncerà il fatidico sì possono essere molto impegnativi e tra gli aspetti più complessi c’è anche quello di scegliere le giuste bomboniere per matrimonio.

Si tratta di una decisione delicata perché molto spesso i futuri mariti tendono a sottolineare questo aspetto, tanti ritengono in sostanza che la bomboniera sia davvero inutile, e lasciano le donne sole a scegliere tra decine di proposte.

La pretesa di gran parte degli uomini, alla fine della fiera, è che si scelga qualcosa di economico ma che al contempo faccia fare bella figura. Più facile a dirsi che a farsi e così le future spose vanno in tilt. Niente paura, ecco qualche consiglio per essere ben guidate in questa difficile impresa. Innanzitutto bisogna stabilire il proprio budget perché certo, se si hanno grandi possibilità, il ventaglio di scelte sarà molto ampio.

Per esempio dare agli invitati come bomboniera un bonsai, scegliendo magari il vaso o la confezione a tema con il colore del matrimonio, è sicuramente molto scenografico. Il bonsai è piccolo, è carino, porta fortuna, è verde e non è considerato inutile come moltissime delle bomboniere che abbiamo ricevuto nella storia delle partecipazioni ai matrimoni.

Certo, se non si trovano buone offerte, può essere un pochino più costoso ma chi, solitamente, non spende almeno 5 euro per ogni bomboniera? Se proprio si vuole spendere poco senza fare brutta figura, c’è l’opzione delle cosiddetta bottega equo e solidale. Nessuno potrà pensare che la bomboniera è brutta, semplicemente perché è solidale, si eviteranno di comprare e, dunque, di riempire le case dei nostri invitati di oggetti inutili e il denaro andrà a una buona causa o a qualcuno che veramente ne ha bisogno.

Molto dipende infine dal tema che hanno scelto gli sposi: per esempio, dato che negli ultimi anni lo stile londinese è uno di quelli che va per la maggiore, si potrà utilizzare come bomboniera una tazza o una teiera ma, anziché comprarla nei negozi di bomboniere per matrimonio, dove i materiali sono di ottima qualità, ma più costosi, ci si può rivolgere ai grandi magazzini facendo poi fare le confezioni, a costo inferiore, dalla wedding planner o da qualche esperto del settore.

Se, invece, si vuole rimanere sul classico, per risparmiare senza fare brutta figura basterà semplicemente scegliere un oggettino di piccole dimensioni come cavatappi di design, dei posacenere di materiali non troppo costosi e così via.

C’è un’ultima soluzione che però molto spesso divide i pareri degli invitati anche se poi, in fin dei conti, ciò che conta è che piaccia agli sposi. La bomboniera che ultimamente fa per la maggiore ed è particolarmente economica è quella di donare ai presenti una piccola boccia con un pesciolino e una piccola scorta di cibo.

Il tutto non supera i 4-5 euro ed è un ricordo che, chi ha il tempo di occuparsene, non potrà essere dimenticato. Non tutti, tuttavia, apprezzano questo tipo di soluzioni diverse e, soprattutto vive, ed è per questo che in tal caso sarebbe meglio consultare con il marito e con gli inviati più fidati.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *