La musica da scegliere per il pranzo di nozze

La musica da scegliere per il pranzo di nozze

Il matrimonio è un evento da curare nei minimi dettagli, l’occasione speciale per dar vita a qualcosa di unico che ci resti sempre nel cuore. Tutto deve essere organizzato alla perfezione, dalla cerimonia al ricevimento, senza lasciare nulla al caso.

Gli sposi, per quanto possibile, dovranno essere al loro agio e godersi al meglio il lieto evento; gli ospiti dovranno divertirsi e svagarsi per tutto il tempo.

Ma se durante la cerimonia sarà la sacralità del momento a creare l’atmosfera necessaria, durante il pranzo dovrà necessariamente subentrare un elemento nuovo: la musica. Il sottofondo musicale giusto al momento giusto, terrà compagnia agli invitati, li farà ballare quando sarà il momento e li accompagnerà per tutto il ricevimento, facendo da completamento ideale per tutta la giornata.

Bisogna però scegliere la colonna sonora adatta ad ogni fase del banchetto, variando tra i generi musicali a seconda dell’occasione. Vediamo quindi come fare.

Si parte ovviamente dall’aperitivo, un momento molto importante del ricevimento di nozze. La musica dovrà infatti accogliere gli ospiti e intrattenerli mentre gli sposi fanno le foto del matrimonio. Si dovrà quindi necessariamente puntare su qualcosa di molto soft, che crei insomma un’atmosfera calda e accogliente, e che non interferisca con la possibilità di fare conversazione.

I generi musicali più adatti in questo momento del ricevimento di nozze sono quindi, a seconda dei gusti, il Chill Out, qualcosa di Lounge, del buon jazz, o della bossanova. In alternativa potrete optare per dei brani famosi in versione acustica, magari con chitarra e voce dal vivo.

All’interno del ristorante è comunque importante isolare degli spazi in cui la musica non arriva, così da dedicarli a chi vuole stare in silenzio.

Si passa poi al banchetto vero e proprio, pranzo o cena che sia. La musica dovrà ovviamente essere di volume molto basso, per permettere ai commensali di chiacchierare piacevolmente.

Sconsigliata a questo punto la musica dal vivo: i commensali, concentrati sulle loro discussioni e sulle portate, si distrarranno facilmente e cantare diventerà fiato sprecato. Si consiglia piuttosto o la totale assenza di accompagnamento musicale, per evitare così di aumentare il rumore di fondo, oppure una compilation musicale registrata, soft e poco invasiva.

Se poi si desidera comunque creare un’atmosfera elegante e raffinata, si può scegliere della musica classica tenuta molto bassa come accompagnamento perfetto.

Si arriverà però a un punto del banchetto che stare seduti al tavolo diventerà sempre più difficile. Ci si vuole sgranchire le gambe e magari l’alcol in circolo ci renderà euforici al punto giusto da decidere che sia arrivato il momento per quattro salti in pista.

Allora bisogna assolutamente alzare il volume e mettere qualcosa di più veloce e allegro, alternando con qualche lento che veda i due protagonisti della giornata ballare al centro della folla radunata. A questo punto prevarrà il gusto degli sposi, che sceglieranno per la fase più divertente della serata la loro colonna sonora preferita. Inutile dire che non c’è nessun limite alla scelta.

Leave a Reply

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code
     
 

Your email address will not be published. Required fields are marked *